www.maranatha.it/mobile

LA SACRA BIBBIA

Edizione CEI - 1974

Precedente  HOME  Successivo

 
Ezechiele  8


[1] Al quinto giorno del sesto mese dell'anno sesto, mentre mi trovavo in casa e dinanzi a me sedevano gli anziani di Giuda, la mano del Signore Dio si pos˛ su di me

[2] e vidi qualcosa dall'aspetto d'uomo: da ci˛ che sembravano i suoi fianchi in gi¨, appariva come di fuoco e dai fianchi in su appariva come uno splendore simile all'elettro.

[3] Stese come una mano e mi afferr˛ per i capelli: uno spirito mi sollev˛ fra terra e cielo e mi port˛ in visioni divine a Gerusalemme, all'ingresso del cortile interno, che guarda a settentrione, dove era collocato l'idolo della gelosia, che provocava la gelosia.

[4] Ed ecco lÓ era la gloria del Dio d'Israele, simile a quella che avevo visto nella valle.

[5] Mi disse: "Figlio dell'uomo, alza gli occhi verso settentrione!". Ed ecco a settentrione della porta dell'altare l'idolo della gelosia, proprio all'ingresso.

[6] Mi disse: "Figlio dell'uomo, vedi che fanno costoro? Guarda i grandi abomini che la casa d'Israele commette qui per allontanarmi dal mio santuario! Ne vedrai altri ancora peggiori".

[7] Mi condusse allora all'ingresso del cortile e vidi un foro nella parete.

[8] Mi disse: "Figlio dell'uomo, sfonda la parete". Sfondai la parete, ed ecco apparve una porta.

[9] Mi disse: "Entra e osserva gli abomini malvagi che commettono costoro".

[10] Io entrai e vidi ogni sorta di rettili e di animali abominevoli e tutti gli idoli del popolo d'Israele raffigurati intorno alle pareti

[11] e settanta anziani della casa d'Israele, fra i quali IazaniÓ figlio di SafÓn, in piedi, davanti ad essi, ciascuno con il turibolo in mano, mentre il profumo saliva in nubi d'incenso.

[12] Mi disse: "Hai visto, figlio dell'uomo, quello che fanno gli anziani del popolo d'Israele nelle tenebre, ciascuno nella stanza recondita del proprio idolo? Vanno dicendo: Il Signore non ci vede... il Signore ha abbandonato il paese...".

[13] Poi mi disse: "Hai visto, figlio dell'uomo? Vedrai che si commettono nefandezze peggiori di queste".

[14] Mi condusse all'ingresso del portico della casa del Signore che guarda a settentrione e vidi donne sedute che piangevano Tammuz.

[15] Mi disse: "Hai visto, figlio dell'uomo? Vedrai abomini peggiori di questi".

[16] Mi condusse nell'atrio interno del tempio; ed ecco all'ingresso del tempio, fra il vestibolo e l'altare, circa venticinque uomini, con le spalle voltate al tempio e la faccia a oriente che, prostrati, adoravano il sole.

[17] Mi disse: "Hai visto, figlio dell'uomo? Come se fosse piccola cosa per la casa di Giuda, commettere simili nefandezze in questo luogo, hanno riempito il paese di violenze, per provocare la mia collera. Eccoli, vedi, che si portano il ramoscello sacro alle narici.

[18] Ebbene anch'io agir˛ con furore. Il mio occhio non s'impietosirÓ; non avr˛ compassione: manderanno alte grida ai miei orecchi, ma non li ascolter˛".